Chatta con noi X
SCRIVI
Israele

DESCRIZIONE

Una meta che da sempre rievoca i luoghi sacri delle grandi religioni ebraica e cristiana. Ilmagnetismo spirituale di Israele è senza dubbio il motivo principale del pellegrinaggio di un’immensa quantità di persone da tutto il mondo.
Ma chi intraprende questo viaggio presto capisce che Israele non è solo sacralità e spiritualità, ma molti altri ancora sono i validi motivi per visitare questo paese in continua crescita e ricco di attrattive. A rendere particolarmente appetibile il viaggio in Israele contribuiscono le dimensioni ridotte del paese, le telecomunicazioni all’avanguardia e il clima favorevole tutto l’anno.
Vi stupirà il fervore di Telaviv, città giovane e divertente, ricca di iniziative quali festival e attività ricreative oltre che di locali alla moda e negozi. La sua posizione sul mare rende il soggiorno a Telaviv ancora più piacevole e la sua breve distanza da Gerusalemme consente soggiorni che combinino le innumerevoli attività che vi si possono praticare alle visite dei famosi luoghi sacri di quest’ultima, trasformando subito il viaggio in un tuffo nella spiritualità e nella storia.
Ma anche Gerusalemme vi stupirà: oltre alla storia millenaria raccontata da ogni pietra e ogni cupola della città, l’inaspettato panorama regalato dal Monte degli Ulivi , l’insolita aria fresca dovuta alla sua altitudine (700mt sul livello del mare), i brulicanti vicoli in cui è facile perdersi e le inattese alture ricche di vegetazione intorno alla città mostrano la vera Gerusalemme.
Altra grande attrattiva di Israele è il fatto di essere bagnato dal Mar Morto e l’esperienza unica di un bagno nelle sue acque dalle proprietà rigenerative è un’ulteriore valore aggiunto al viaggio come lo è la possibilità di raggiungere il Mar Rosso in un’ora di volo da Tel Aviv.

DOCUMENTI: passaporto necessario con validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia. Alcuni paesi non permettono l’ingresso a chi abbia timbri israeliani sul passaporto, i viaggiatori interessati possono richiedere alle Autorità israeliane di frontiera che i timbri in entrata e uscita non vengano apposti sui loro passaporti.

VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI: dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale (passaporto, oppure, qualora gli Stati di destinazione o comunque attraversati durante il viaggio ne riconoscano la validità, carta d'identità valida per l'espatrio accompagnata da certificato di nascita).
Il passaporto del genitore attestante l'iscrizione del minore resta pertanto valido fino alla scadenza solo ed esclusivamente per il genitore stesso. Ricordiamo che per le destinazioni dell'Area Schengen è sempre indispensabile presentarsi all'imbarco del volo con un documento di identità valido per l'espatrio.

INFORMAZIONI SANITARIE: non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria ma si consigliano le normali precauzioni su cibo e acqua. È utile portare con sé, oltre ai medicinali di uso personale, una scorta di medicinali gastrointestinali e creme solari ad alta protezione.

FUSO ORARIO: + 1ora rispetto all'ora solare Italiana.

LINGUA: le lingue più diffuse sono l’ebraico e l’arabo, diffusi anche l’inglese e il russo.

VALUTA: la moneta ufficiale di Israele è il New Shekel(NIS). Acquisti di merci o servizi possono essere pagati in Dollari americani o in Euro, tuttavia il resto viene dato esclusivamente in Shekel. Il pagamento in valuta estera esonera il turista dal pagamento della tassa sul valore aggiunto (I.V.A) su alcune merci e servizi. Le maggiori carte di credito sono accettate nei negozi, nei ristoranti e negli alberghi.

TELEFONO: per chiamare dall’ Israele bisogna comporre il numero 0039, seguito dal prefisso telefonico della propria città inclusivo dello zero. Se si vuole contattare telefonicamente Israele il prefisso è 00972, seguito dal prefisso della località e dal numero dell’utenza. Per l’utilizzo della rete cellulare si consiglia di contattare il gestore di riferimento prima della partenza.

ELETTRICITA’: la corrente elettrica è a 220 volt. E’ consigliabile munirsi di un adattatore per prese.

ABBIGLIAMENTO E CLIMA: si raccomanda un abbigliamento adeguato soprattutto per i luoghi più sacri e di culto e scarpe comode durante le visite. Autunno e primavera sono i mesi ideali per viaggiare in Israele. A primavera inoltrata e in estate fa molto caldo ma il clima è secco. L’inverno è mite, con possibilità di precipitazioni e raramente il termometro scende al di sotto dei 6°. Nella zona meridionale bagnata dal Mar Rosso, piove raramente e in quantità quasi insignificante.

MANCE: in medio Oriente la mancia non è da considerarsi facoltativa, ma indispensabile se ci si vuole assicurare un discreto servizio. Sono consigliate per guide, autisti e personale alberghiero.

ACQUISTI: il Medio Oriente è la patria dei bazar e dei souk nei quali è possibile trovare ogni sorta di oggetto in rame e ottone, tappeti, monili in oro e argento.

FOTOGRAFIE: è proibito fotografare aree strategiche come aeroporti ed edifici pubblici. In caso si voglia fotografare persone, soprattutto donne, si consiglia di chiedere il permesso alle stesse e comunque consultarsi sempre prima con la guida locale. In alcuni siti è proibito fotografare oppure può venir richiesto il pagamento di una piccola somma.

IN ISRAELE E’ UTILE SAPERE CHE…
La presente scheda è limitata alle notizie utili relative alla destinazione, l’organizzatore raccomanda una preventiva e attenta lettura di tutti i contenuti pubblicati nelle “informazioni generali” che costituiscono, unitamente alla “scheda tecnica” , parte integrante delle “condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici”.

AKKO
Nel periodo medievale la città era conosciuta come Acri, nel corso dei secoli ha cambiato diversi nomi, oggi è conosciuta come Akko. È una città che fa parte dello stato di Israele dal 1948. Anticamente era la cittadella dei crociati, la roccaforte occidentale nel cuore del mondo arabo, nel 1291, la superiorità numerica dei mammalucchi la costrinse alla resa. Si risolse in un fallimento il tentativo di conquista di Napoleone che si era reso conto della sua importanza. I motivi di maggiore interesse della città sono legati principalmente alla città vecchia, quella abitata per la maggior parte da arabi. Suggestiva la passeggiata lungo le mura, costruite nel 1799 dopo il fallito attacco Napoleonico. Da visitare la città crociata sotterranea, che originariamente era al livello del suolo, ma che oggi, dopo le varie ricostruzioni è 8 metri al di sotto della superficie.
SAFED
Safed ha svolto un ruolo importante nella storia della religione ebraica. Oggi la città delle piccole cime è, ancora una volta, un centro di spiritualità ebraica, dove i visitatori possono esplorare le sinagoghe e siti storici della città. Nella città si stabilì una colonia di artisti e artigiani che aiutarono ad ampliare la città. La città si ingrandì e diventò importante a livello turistico grazie agli artisti e agli artigiani che fecero scoprire ai viaggiatori la storia , la cultura e la spiritualità della città. È consigliato visitare la città durante le vacanze in quanto le sinagoghe sono particolarmente affollate dai residenti della città che accolgono i visitatori per unirsi a loro nella celebrazione.
CAFARNAO
Cafàrnao, che significa letteralmente villaggio di Nahum, è un'antica città della Galilea, situata sulle rive nord-occidentali del lago di Tiberiade, in Israele. Secondo i Vangeli, Gesù vi abitò dopo aver lasciato Nazareth, qui iniziò la sua predicazione e vi compì numerosi miracoli. Nei secoli successivi Cafarnao fu abbandonata: i suoi resti sono stati ritrovati e riportati alla luce da scavi archeologici nel XX secolo. Tra le altre cose, sono state ritrovate una sinagoga costruita con colonne di marmo, risalente al II secolo, e un'abitazione che è stata identificata come la casa di san Pietro. Sopra quest'ultima è stata costruita una chiesa di forma ottagonale, sopraelevata da terra; un'apertura vetrata al centro permette di vedere i resti della casa di Pietro al di sotto.
TABGHA
Tabga è una località sulla riva del Mar di Galilea. La tradizione cristiana la identifica con il luogo in cui si svolsero due episodi dei Vangeli: la moltiplicazione dei pani e il terzo incontro di Gesù con i suoi discepoli dopo la Resurrezione. A ricordo di questi eventi sono state erette a Tabga due chiese, visitate da molti dei pellegrini che si recano nella Terra Santa: la Chiesa della Moltiplicazione dei pani (sede di un monastero benedettino) e la Chiesa del Primato di Pietro (così chiamata in quanto, nell'incontro coi discepoli, Gesù riconfermò Pietro a capo della Chiesa).
NAZARETH
Nazareth è la culla del Cristianesimo, la città dove, secondo la tradizione, l’angelo Gabriele annunciò a Maria che avrebbe concepito un figlio con la forza dello Spirito Santo. Ai tempi di Gesù, Nazareth era un piccolo villaggio, nei pressi di Sepphoris. Individuata come il luogo in cui Gesù trascorse gran parte della sua vita, Nazareth è oggi una fiorente città. Di Sepphoris sono tuttora visibili, nei dintorni, i resti archeologici, mentre attorno alla basilica dell’Annunciazione sono state rinvenute le rovine dell’antico villaggio del I secolo.
BETLEMME
È famosa soprattutto perché i Vangeli e la tradizione cristiana la indicano quale luogo di nascita di Gesù Cristo per questo motivo vi sorge la Basilica della Natività. Luogo di culto cristiano è la Tomba di Rachele, trasformato in luogo di preghiera per i mussulmani. Uno dei monumenti più significativi di Betlemme è la Basilica della Natività antistante la basilica è la Piazza della Mangiatoria. Al piano inferiore della chiesa, in corrispondenza co l’altare, una stella argentea collocata su una lastra di marmo indica il luogo esatto dove è nato Gesù, la stella di Betlemme viene comunemente chiamata stella cometa; sotto si apre la Grotta della Natività. Altro monumento di rilevanza è la Chiesa di Santa Caterina, costruita nel XIX secolo sul luogo del vecchio Monastero di San Gerolamo. Dall’interno della chiesa si accede ad un gruppo di cavità, tra cui la più famosa è la Grotta di San Giuseppe, nella quale si dice sia avvenuto il sogno di Giuseppe. Molto suggestiva è anche la Grotta del Latte dove Maria trovò rifugio e allattò Gesù Bambino. La Città Vecchia si trova al centro di Betlemme è composta da otto quartieri, organizzati in stile mosaico, intorno la Piazza Principale. La maggior parte dei quartieri cristiani hanno nomi arabi a causa dell'influenza degli Arabi che si stabilirono qui. La popolazione nella Città Vecchia conta 5.000 abitanti.
CESAREA
Nelle intenzioni del suo fondatore, Erode il Grande, avrebbe dovuto essere la città più grande e splendente del mondo e la dedica all’imperatore Cesare Augusto era il segno dell’assoluta fedeltà del potente re locale dell’impero. Nata nel IV secolo a.C. rimase a lungo un modesto villaggio di pescatori prima di entrare nel mirino di Erode. Dopo i consueti passaggi dai Romani agli Arabi ai Crociati poi ancora Agli Arabi, venne completamente distrutta nel 1261 e secoli dopo, nella seconda metà dell’800, ne vennero individuate le rovine. Numerosissimi i siti di interesse archeologici: l’anfiteatro che conserva un’iscrizione in cui si cita il governatore Ponzio Pilato, la città crociata risalente al XII secolo, la via bizantina, l’ippodromo e gli acquedotti risalenti al IV o V secolo.
TIBERIADE
L’atmosfera di questa città, posta sulle rive del fiume omonimo, era già ben nota ai Romani che ne fecero una delle più rinomate località di villeggiatura dell’epoca. Nello stesso tempo divenne anche uno dei centri più importanti della cultura ebraica, in particolare divenne la sede delle scuole rabbiniche dedicate ad approfonditi studi della Torah. Questa fama le è rimasta anche oggi. Infatti, Tiberiade è meta prediletta sia del devoto pellegrino in cerca di ristoro spirituale sia di chi è attratto dal bel clima, dalle cure termali e dall’ animata vita notturna. Fra le aree più significative da visitare nella città vi sono i Resti delle Mura della città vecchia in basalto nero fatta erigere da uno sceicco arabo che creò un feudo indipendente con capitale Tiberiade, la Chiesa Francescana di San Pietro, le Terme Romane e le sorgenti calde di Hammat Tiberias. Molta importanza a livello storico e culturale è data anche dalle tombe di alcuni celebri rabbini, luoghi di grande venerazione da parte di molti turisti. Tiberiade è anche un ottimo punto di partenza per la visita di Cafarnao.
BEIT SHEAN
Ben diciotto città si sono sovrapposte l’una sull’altra in oltre 5000 anni di ininterrotte distruzioni e ricostruzioni. Purtroppo, la città attuale non è sicuramente una delle più affascinanti e poco ha a che vedere con quella che gli antichi saggi definivano la “porta del giardino dell’eden”. Non mancano però importanti resti archeologici che meritano una visita. Fra questi, il grande anfiteatro romano che poteva contenere fino a 6000 persone e particolarmente ben conservato. Il complesso archeologico, che comprende anche un tempio, una basilica, un ninfeo e una grande via colonnata romana, può essere ammirato dall’alto di una collina adiacente. Da ricordare, nei dintorni della città, i resti dell’antica sinagoga di Bet Alpha e le rovine del castello crociato di Belvoir con una splendida vista sulle valli e i monti circostanti.
GERUSALEMME
Gerusalemme, la città riunificata, la città eterna, la città sacra sopra tutte le altre è stata costruita migliaia di anni fa e la sua storia si ode ancora oggi nel sussurro del vento che soffia attorno alle sue mura, la città dove ogni pietra narra la storia che da migliaia di anni attira milioni di pellegrini e turisti da tutto il mondo. Gerusalemme, capitale di Israele, nonché il luogo che nelle antiche mappe appare disegnato al centro del mondo. È una città dalle travolgenti emozioni e promette una forte esperienza religiosa e spirituale, ma anche divertimento e piacere, luoghi interessanti e appassionanti avventure. Accanto al fascino della storia e dell’archeologia, le sorprendenti attrattive turistiche aspettano chi ama la cultura, l’arte, il teatro e la musica, l’architettura e la gastronomia. Divisa in tre parti, la Città Vecchia, luogo in cui sono ubicati Il Muro del Pianto, La Chiesa del Sacro Sepolcro e la Cupola della Roccia, Gerusalemme Est, e la Città Nuova. Gerusalemme non è solo passato, ma anche presente, offre comunque concerti, spettacoli, occasioni di ritrovo ed è anche con i suoi tradizionali suk e i suoi moderni centri commerciali, un vero paradiso per chi vuole fare shopping.
TEL AVIV / JAFFA
Tel Aviv è una città mondana, terribilmente giovane. Situato in un’area che rivendica il titolo di città più antica del mondo, Tel Aviv, con il suo scarso secolo di vita è praticamente giovanissima. Questa città è considerata come l’altra faccia di Israele, simile alle grandi metropoli e città occidentali, proiettata verso un futuro poco legato alla tradizione, proiettata ad essere la più grande città metropolitana dello stato , nonché la principale città di Israele per importanza economica. Nata sulle dune del deserto all’inizio del secolo scorso come sobborgo della più antica Jaffa, Tel Aviv si è sviluppata con una velocità inattesa, trasformando Jaffa in un vero e proprio sobborgo e divenendo il centro della vita economica, politica e culturale israeliana. Antica, ma completamente restaurata è l’antica città portuale di Jaffa, da cui secondo la tradizione salpò Giona, per il viaggio che lo portò nel ventre della balena. Oggi è il luogo ideale per trascorrere una serata, magari davanti ad un piatto a base di pesce. Contrariamente alle altre città Israeliane, Tel Aviv non potrà stupirvi con le sue bellezze storico-archeologiche, ma saprà affascinarvi con la sua animazione, con l’intensa vita culturale, il sovrapporsi di differenti stili architettonici, la vita mondana, la vita notturna, i teatri, le mostre, i locali. Fra i luoghi più attraenti della città vi sono la Grande Sinagoga, il Museo della Diaspora, la Torre di Shalom.
MASADA
Masada, era un’ antica fortezza situata su una rocca nei pressi di Gerusalemme. Quando i Romani montarono le rampe per penetrare nella roccaforte, gli ebrei preferirono incendiare tutto ciò che avevano e darsi la morte l’un l’altro piuttosto che cadere o far cadere qualcosa, nelle mani di coloro che consideravano invasori e oppressori. Questo avvenne intorno al 70 d.C. e questo tragico evento che segnò anche la fine della presenza ebraica in Galilea, diede il nome al “complesso di Masada” che contraddistingue coloro che preferirono la morte alla resa e alla caduta in schiavitù. Certamente, le rovine della città, riportate alla luce solo negli ultimi decenni dopo che il deserto ne aveva per secoli cancellato ogni traccia, mostrano una costruzione fortificata di grande fascino.

Un viaggio, un’esperienza

TWO CITIES ONE BREAK

5 giorni / 4 notti Gerusalemme 2 notti + Tel Aviv 2 notti Scopri Israele con un tour in esclusiva di Gattinoni Travel Experience. Non perdere l'occasione di visitare la città santa e i famosi quartieri di Tel Aviv, in un mix ...
visita l’offerta
Da non perdere